Perfetta per operare in tutti gli ambienti chiusi, scopri la nostra Valla 250 E

Per diventare dei leader nel proprio settore si devono operare scelte precise e oculate. Scelte che contemplino tutti gli aspetti relativi a un prodotto e alla sua capacità di “stare sul mercato”, di offrire un’alternativa vincente, in grado di fare la differenza. Questo assioma, che è vero in senso generale, lo diventa ancora di più nel caso di macchine particolari, ma che stanno sempre più conquistando il mercato.

Si tratta delle pick&carry, quelle gru elettriche in grado di assicurare ottime portate associate a una flessibilità unica che, in virtù dell’alimentazione elettrica, consente alla macchina di affrontare qualsiasi impegno indoor.

Werent grazie a un parco macchine che non teme confronti, può impegnarsi nei più diversificati settori: dall’edilizia alla carpenteria, dall’impiantistica ai prefabbricati, dalla manutenzione del verde a quella industriale.

La nuova Valla 250 E, presente nel parco macchine Werent, si aggiunge alle altre macchine Manitex Valla già presenti nella flotta. Si tratta di una macchina semovente elettrica, con un carico utile massimo di 25 t, un braccio principale di 14 m e una portata di 1,9 t al massimo sbraccio di quasi 10 m.

La cabina chiusa è di serie. Il telaio in acciaio funge da struttura portante della gru e il carico è distribuito su sei ruote, i contrappesi sono interni. La trazione è posteriore e avviene attraverso un ponte differenziale con riduttore alimentato da un motore elettrico AC-30 kW controllato tramite inverter.

L’impianto idraulico prevede un’elettropompa AC-33 kW controllata da inverter. Per quanto concerne l’impianto frenante la Valla 250 E adotta quattro elementi a tamburo sull’asse anteriore e due su quello posteriore, inoltre un asse posteriore è sterzante tramite motore idraulico (idroguida) montato su ralla. Il braccio, a sezione esagonale, è realizzato in acciaio di alta qualità ed è composto dal braccio base e da tre sezioni telescopiche con sfilamento idraulico proporzionale “full power”.

La parte aerea della macchina è controllata tramite joystick can-bus posizionato in cabina, mentre con l’opzione “full radio control” è possibile commutare i comandi dalla cabina al radiocomando ed eseguire direttamente con quest’ultimo tutte le operazioni di traslazione e i movimenti del braccio.

La macchina prevede un’alimentazione interamente elettrica con batteria da 96V-1120 Ah, quindi perfetta per operare in tutti gli ambienti chiusi. Una “predisposizione genetica” che beneficia anche di dimensioni decisamente contenute: la gru è alta solo 2.200 mm e larga 2.150 mm.

La flessibilità operativa è infine amplificata da un’ampia gamma di accessori, tra i quali:

  • verricello idraulico,
  • prolunga meccanica,
  • prolunga brandeggiabile idraulicamente,
  • radiocomando parte aerea,
  • ruote antitraccia,
  • forche idrauliche autolivellanti,
  • rabbocco automatico batteria,
  • carica batterie a bordo,
  • pianale di carico.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti